Il governo impedisce l'accumulo di multe per le persone con debiti a partire da aprile 2020

L'Aia

Le persone che vogliono pagare le loro multe ma non sono in grado di farlo a causa di debiti problematici ora avranno più respiro. Il ministro Dekker (Protezione giuridica) introdurrà una cosiddetta procedura di arresto di emergenza presso la Central Judicial Collection Agency (CJIB) dal 1 ° aprile 2020. Questo deve impedire a queste persone di entrare in ulteriori problemi.

Il ministro Dekker: “La riscossione delle ammende dovrebbe essere fatta in modo responsabile e dignitoso. Chiunque viola le regole del traffico e ottiene una multa, ovviamente deve essere sulle vesciche. E se non paghi rischi un aumento. Ma le persone che vogliono pagare, ma non sono in grado di pagare a causa di debiti problematici, non dovremmo entrare inutilmente in problemi più profondi. Con questa nuova procedura, il coltello taglia in entrambe le direzioni. La natura punitiva delle ammende rimane intatta. Ma offriamo anche alle persone l'opportunità di rimettere in sesto le loro vite con la consulenza sul debito ".

Procedura di arresto di emergenza

L'arresto di emergenza si applicherà alle multe stradali e alle sanzioni finanziarie penali, come le multe inflitte dal giudice o dal Pubblico Ministero e avrà questo aspetto:

  • Le persone che non possono pagare le multe a causa di debiti e che non hanno prospettive di pagamento possono ricevere un arresto di emergenza fino a 4 mesi.
  • Il CJIB sospende quindi la raccolta e non vengono imposti nuovi aumenti.
  • La persona che riceve l'arresto di emergenza deve presentare una denuncia al Comune per l'assistenza sul debito. Se questa assistenza viene avviata, l'arresto di emergenza può essere prolungato di 8 mesi.
  • La multa viene pagata (a rate) dopo l'arresto di emergenza.
  • L'arresto di emergenza può essere interrotto se gli accordi non vengono rispettati.

Introduzione dal 1 aprile 2020

Nell'ultimo anno, la procedura di arresto di emergenza è stata sviluppata in collaborazione con il Ministero degli affari sociali e del lavoro, la CJIB, l'Associazione dei comuni olandesi (VNG), Divosa, la NVVK (associazione per l'assistenza al debito e il social banking) e i comuni di Amsterdam, L'Aia Eindhoven, Haarlem, Tilburg e Deventer si svilupparono. La procedura sarà introdotta a livello nazionale il 1 aprile 2020. In questo modo, il ministro Dekker dà concretezza all'ambizione dell'accordo di coalizione di massimizzare l'accumulo di multe per ritardi di pagamento, e quindi anche all'approccio ampio del governo al debito.

Arnout Cavadino

Forte in: marketing, comunicazione, internet, coaching, organizzazione e gestione ad interim. Coinvolto con: Cultuursaam, Giornalista, Business Coaching.

Traduci »